R8 - LA COERENZA STORICA NELLA POLITICA
>la conoscenza del passato al servizio del presente per un futuro migliore<
Mentre la gestione degli interessi del singolo è affidata al singolo stesso, altrettanto non si può dire della gestione degli interessi di una comunità, che è talmente complessa da imporre la partecipazione di varie persone, ognuna con una o più responsabilità e ognuna che, oltre alla sua conoscenza e alla sua esperienza personali, deve poter disporre non solo di aiuti e di consigli di altre persone ma anche di una conoscenza storica più completa possibile, una cultura che le permetta di volta in volta di optare per le soluzioni migliori, dando così un significato utile agli errori e ai successi del passato.
IL VALORE DELLE ESPERIENZE ALTRUI E DELLE CONOSCENZE PROPRIE - in tutti o quasi tutti i contesti, la storia dell’uomo come specie intelligente è caratterizzata da un continuo miglioramento che è passato attraverso tentativi, successi, errori e correzioni che ogni generazione ha trasmesso alle successive facendo tesoro delle esperienze delle generazioni precedenti, e affinché questo percorso prosegua anche in tutti gli ambiti in cui interviene la politica è necessario che le persone che si dovessero proporre per gestire gli interessi collettivi conoscano più dettagliatamente possibile non solo la realtà in cui sono inserite ma anche realtà analoghe del passato e del presente, di modo tale da calibrare i programmi e le iniziative sapendoli contestualizzare per risolvere i problemi con cui hanno a che fare, per ottimizzare le risorse disponibili e per raggiungere gli obiettivi che favoriscano il progresso, proseguendo il percorso tracciato dalle generazioni precedenti e promuovendo ulteriori salti di qualità da trasmettere alle generazioni successive.
IGNORANZA E RISCHI CONNESSI - la mancata conoscenza di ciò che è già successo in passato e di ciò che ha funzionato o meno costringe gli eventuali aspiranti politici a fare dei tentativi con esiti incerti, esponendo la collettività a rischi imprevedibili.
>La convinzione di fare bene senza una sufficiente esperienza e senza le giuste conoscenze corrisponde a una presunzione dei singoli che si può ripercuotere negativamente sulla collettività<
Gian Franco Dettori - gi15mar2018
R7<<LA COERENZA POLITICA
L’ESSENZIALE PER UN BUON POLITICO >>R9
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R4 - TUTTI SCONFITTI, SOPRATTUTTO I 5 STELLE >perché quella che per altri sarebbe potuta essere una vittoria, per gli allievi di Beppe Grillo è una chiara sconfitta
R5 - 1° RICHIAMO ALLA COERENZA DEL 2018 >una dote facile da pretendere ma difficile da vivere
R6 - IL MODELLO DI PERSONA COERENTE >un riferimento logico-pragmatico non sempre esemplare
R7 - LA COERENZA POLITICA >l’ideologia prima di tutto
R9 - L’ESSENZIALE PER UN BUON POLITICO >le due doti che a un buon politico non dovrebbero mai mancare
R10 - IL MODELLO DI POLITICO IDEALE >le doti che dovrebbe avere un buon politico
R20 - IL POLITICO PERFETTO >il profilo ideale di politico che emerge da sette doti
R29 - CONOSCENZA E COMPETENZA >ignoranti, conoscitori inesperti e conoscitori esperti
R30 - LA DITTATURA DELL'IGNORANZA >perché spesso ha successo chi ha poca cultura
Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"