R17 - L’ABUSO DI UNA DOTE INCOMPLETA
>quando l’emozione vola ma senza la ragione cade<
Secondo una concezione limitata, il carisma è una dote che certe persone utilizzano per esercitare fascino, attrazione e persuasione in altre attraverso dei modi di fare molto coinvolgenti e motivanti - una persona che ha carisma in questa maniera amplifica le sue potenzialità anche grazie all’aiuto di altre persone che aumentano le sue influenze verso i destinatari finali, che in politica sono gli elettori - questo tipo di carisma è incompleto in quanto include in sé la sola componente emotiva, avendo il carisma anche una componente razionale, data dalla maturità, dalla preparazione e dalla coerenza - c’è anche il carisma razionale senza emotività, anch’esso incompleto, che è quello delle persone serie, pacate, preparate e coerenti che però non hanno la capacità di trascinare le masse perché le loro proposte, per quanto valide, sono dette in un contesto freddo, poco o per niente coinvolgente.
L’EMOZIONE ANTICIPA E BATTE LA RAGIONE - la componente emotiva del carisma è più potente di quella razionale perché mentre l’emozione è un fenomeno immediato e facile da assecondare, la ragione richiede un tale impegno cognitivo da essere più difficile da apprezzare - per questo motivo emergono e si affermano più facilmente fino a vincere non tanto i politici o i partiti che fanno le proposte più valide e più sostenibili ma quelli che sanno catturare di più l’attenzione delle masse con le quali si sono sapute sintonizzare meglio.
IL CARISMA DEL POLITICO E IL CARISMA DEL PARTITO - ciò che è stato detto non impone a un buon politico di essere in possesso di un carisma completo perché mentre il carisma razionale che gli dà coerenza e forza può essere raggiunto con impegno, il carisma emotivo è una dote in gran parte innata che se non c’è non può essere imposta con la forza - per questo un politico ha il dovere di essere preparato e se non ha carisma emotivo deve essere appoggiato da altri esponenti del partito che, pur essendo preparati, nella propaganda elettorale curano soprattutto la componente emotiva della comunicazione.
>Un politico poco persuasivo ha il dovere di essere preparato e se si volesse affermare dovrebbe farsi aiutare da esponenti del partito più carismatici emotivamente<
Gian Franco Dettori - me28mar2018
R16<<IRRESPONSABILITÀ E DEMAGOGIA
STRATEGIE E DIPLOMAZIA AL SERVIZIO DEGLI ALTRI O PER SÉ STESSI>>R18
 
Se questo richiamo vi è piaciuto potete condividerlo
sTwitter, su Facebook, su Google+, su LinkedIn o su Pinterest
usando i tasti sotto il testo
 
Richiami attinenti
 
R10 - IL MODELLO DI POLITICO IDEALE >le doti che dovrebbe avere un buon politico
R11 - LA RAPPRESENTANZA POLITICA >i tre criteri con cui scegliere da chi farsi rappresentare
R13 - VALERE PER GLI ALTRI O SOLO PER SE STESSI >autorevolezza, autoritarismo, umiltà ed esibizionismo nella politica
R15 - L’ABUSO DELLA FIDUCIA E DELL’IGNORANZA ALTRUI >come vantarsi ridimensionando gli altri
R16 - IRRESPONSABILITÀ E DEMAGOGIA >come i politici inaffidabili ci prendono in giro
R18 - STRATEGIE E DIPLOMAZIA AL SERVIZIO DEGLI ALTRI O PER SÉ STESSI >la politica che dà e la politica che prende
R19 - PROFESSIONISTI E POLITICANTI >la politica come servizio o come ripiego
R20 - IL POLITICO PERFETTO >il profilo ideale di politico che emerge da sette doti
Pin It

logo lizard

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.  Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso clicca su "cookies policy"